la scatola di plastica

Quella che sto per raccontarvi non è la sceneggiatura di un film ma una storia vera incontrata lungo il Cammino: lui, Robert, americano di origini italiane, due anni fa perse la moglie a causa di una malattia e decise di fare il Cammino per arrivare a Santiago e lasciarvi sepolta una piccola scatola di plastica… al suo interno le fedi, alcune foto, un paio di orecchini e altri preziosi ricordi di quella straordinaria vita passata insieme. La prima volta si mise in cammino con una grande e umana rabbia, ma durante la prima tappa fu totalmente conquistato da un senso di serenità mai provata che portò con se per tutto il resto del viaggio. A distanza di un anno è tornato sui suoi passi e ha recuperato la sua preziosa scatola di plastica arrivando in difronte alla Cattedrale con un sorriso mai visto… contagioso… uno sguardo che regalava serenità a chiunque lo incrociasse, come è successo a noi. Grazie Robert. Grazie Cammino!

Buen Camino!

You may also like

Leave a comment