reflex sì reflex no

Prima di partire la decisione è stata combattutissima: reflex si o reflex no? E immagino quanti di voi si siano fatti la stessa domanda… ma quanti si sono dati la mia stessa risposta? Ho provato a immaginarmi senza reflex e non ci sono riuscito, la fotografia è parte di me, non è soltanto il mio lavoro, è la mia passione, la mia forma di espressione, dove mi sento libero di catturare con lo sguardo ciò che a me piace e scartare tutto il resto… un lusso che la vita non ti concede proponendoti continui comprimessi. E allora perché cedere, sarebbe stato un grossissimo sbaglio, la magia del Cammino di Santiago è in ogni suo angolo, sfumatura, ombra, raggio di luce anche se fievole… se siete fotografi non rinunciate alla vostra reflex, pesa ma vi peserà di più averla abbandonata a casa! Per catturare il mio Cammino ho comunque dovuto fare una scelta lasciando a casa le ammiraglie D4 e D810 (troppo pesanti) per affidarmi alla novellina D5300 (più leggera) con una sola ottica (Sigma 18-50 f.2.8). Per distribuire meglio il peso ho utilizzato una piccola borsa da tracolla copro/ottica agganciandola anteriormente allo zaino con un paio di moschettoni, pratica e pronta all’uso. E per le foto social ormai ci sono gli smartphone che vanno alla grande, gran parte degli scatti pubblicati “on the way” sono stati realizzati con il mio fedele iPhone 5s e processati con l’app di Instragram… il risultato è sotto i vostro occhi… buona Luce!
Buen Camino!

You may also like