scritto da Stefania

C'E' BISOGNO DI FERMARSI

"Non sei tu che cerchi il cammino, è lui che ti sceglie"...frase forse sentita a ripetizione,non per questo meno vera,è così per me l'ho incrociato diverse volte,chi mi parlava di un amico appena tornato,chi aveva fatto la tesi di laurea sul famoso Cammino Francese per Santiago,ma troppo distratta e presa a correre per accorgermi del vero significato.

Poi senti un'inquietudine che viene da dentro e ti rendi conto che c'è bisogno di "fermarsi", e qui  fermarsi decisamente in senso metaforico, per capire chi sei e dove stai andando."Casualmente" in questo correre nelle frenesie quotidiane conosco Matteo, che mi parla di come si sta preparando, dell'energia che gli da questa avventura, "ok...ho deciso ti raggiungo"....per la prima volta una scelta fatta così..di "pancia".

Ritrovarsi a preparare tutto in 15 giorni, ti documenti  e ti rendi conto che hai bisogno veramente di poco, uno zaino....pieno di paure, aspettative,dubbi. Una volta arrivata , fatto il primo passo, lo zaino cambia contenuto, e si riempie di tempo, per pensare o per svuotare la mente, ammirare paesaggi, che cambiano chilometro dopo chilometro, si incontrano i primi sorrisi stanchi ma sereni, si apprezza il condividere, il sentirsi tutti nelle stesse scarpe, ognuno con il proprio passo, ognuno parla la propria lingua, ma c'è l 'universale Buon Cammino che unisce e regala sempre un sorriso.

Il mio cammino è stato breve lasciato li a meditare, programmando già di riprenderlo a breve e terminarlo. Un' esperienza unica, piena, vera, che ricorda quanto poco serva per trovare un po di serenità, che le gambe vanno e macinano chilometri tra sorrisi e attimi di sconforto, un vero specchio della vita, in fondo ognuno ha il suo cammino...basta trovare il giusto equilibrio tra il peso dello zaino e la bellezza del paesaggio…

Buon Cammino!

Condividi:

leggi le storie di #serendipity

prosegui il Cammino

Torna al Catalogo

Condividiamo i Passi

raccontaci la tua Storia

Scrivici