scritto da Sergio

IO PARTO

Sono partito da solo, a 22 anni, fresco di laurea, senza avere un’idea ben precisa di quello che mi aspettava: anzi, ero completamente spaesato e in balìa degli eventi. In fondo però quella situazione mi elettrizzava.

Il primo giorno di cammino non ho sentito la sveglia e mi sono alzato con più di un’ora di ritardo: ho pensato, ironicamente, “Partiamo bene…chissà se arrivo in fondo…”. Da lì in poi in realtà è stato tutto in discesa: è bastato fare il primo passo.

Nel mio viaggio ho conosciuto persone di ogni età, provenienti da ogni angolo del mondo, ognuna con una storia diversa e con un modo diverso di approcciarsi alla vita di tutti i giorni.

Ho avuto anche la fortuna di conoscere dei veri amici con cui ho condiviso buona parte del cammino, a riprova che si può partire da soli, come nel mio caso, ma si arriva sempre insieme e con un bagaglio di esperienze condivise.

A chi è indeciso o impaurito se partire per intraprendere questo viaggio, ma anche per una qualsiasi altra esperienza, io raccomando di buttarsi con entusiasmo e di fare tesoro di ogni situazione, positiva o negativa che sia. E vi assicuro che non è la solita frase retorica di circostanza.

Buon Cammino!

Condividi:

leggi le storie di #serendipity

prosegui il Cammino

Torna al Catalogo

Condividiamo i Passi

raccontaci la tua Storia

Scrivici