scritto da #iomincammino

SOCIAL COME UNA VOLTA

A metà strada tra spagnoli e svizzeri alle 6:00 am esatte nell'auberge de pelegrinos si è accesa ogni singola lampadina… giù dalle brande pelandroni, il sentiero vi aspetta!!! Il primo bar per fare colazione era a “soli” 5km di distanza… qui per far le cose se non si cammina non ci si diverte. Sembra impossibile ma siamo (ri)sorti dai mille dolori post-tappa… un miracolo? Forse, però ci sentiamo in ottima forma e questo è ciò che conta. Oggi è tappa di boschi incantati (… o stregati, chi verrà capirà!), improvvise pettate anti-gravità e terribili discese con i piedi nella ghiaia! Chi soffre alle ginocchia è avvertito: tocca stringere i denti. Ma i km volano, praticamente neanche c'è ne accorgiamo che siamo già a metà tappa e così decidiamo di spingere oltre il nostro traguardo giornaliero, anziché 23km ne faremo 30km! Ogni giorno ci si ritrova fianco a fianco con nuovi compagni di viaggio e questo è il vero miracolo del Cammino… ritrovare il gusto di socializzare senza “Social”, dite che non è possibile? Eppure un tempo era così! Il nome non conta, lo si chiede a fine giornata, per cortesia, davanti a una meritata cerveza gelida! Gelida come l'acqua dei fiumi dove durante il Cammino non si perde occasione per un pediluvio tutto al naturale. Ancora non sarò un Pellegrino ma sto imparando per la seconda volta a (ri)aprezzare le cose semplici della vita… la prima è stata quando ero bambino, ma è passato troppo tempo, forse me lo sono scordato!

Buen Camino!

Condividi:

leggi le storie di #serendipity

prosegui il Cammino

Torna al Catalogo

Condividiamo i Passi

raccontaci la tua Storia

Scrivici
[/vc_column_text][/vc_column][/vc_row]